(IN) Netweek

MILANO

«Con la nostra riforma migliorata qualità di vita dei cittadini» Così l’assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera, che si ricandida alle regionali perché vuole «portare a compimento questa grande rivoluzione»

Share

«Per me fare politica significa impegnarmi concretamente, ogni giorno, per i cittadini e per chi ha bisogno. Da assessore alla sanità, in soli 18 mesi, ho visitato tutti i 118 ospedali lombardi perché ho voluto toccare con mano i punti di forza del nostro sistema sanitario, ma anche le cose da migliorare». Così l’assessore regionale Giulio Gallera, al quale abbiamo chiesto di raccontarci gli interventi in campo sanitario messi in atto da Regione Lombardia sul nostro territorio. «Mi ricandido in Consiglio regionale. Poiché sento su di me questa responsabilità - aggiunge - voglio portare a compimento questa grande rivoluzione, anche perché se si rimane a metà percorso c’è il pericolo che il risultato sia peggiore della partenza». 

Quarantotto anni, milanese, laureato in giurisprudenza, Giulio Gallera il 24 giugno del 2016 ha assunto l’incarico di assessore al Welfare, affidatogli dal governatore della Lombardia Roberto Maroni. E lui, avvocato, di quell'incarico ne ha fatto la sua forza.

Assessore Gallera, lei si occupa della sanità lombarda da giugno 2016, qual è stato il suo primo obiettivo assumendo un incarico così gravoso e impegnativo?

«Sicuramente dare attuazione alla riforma del sistema sociosanitario lombardo e alla presa in carico di 3,3 milioni di pazienti cronici. Sono molto orgoglioso di aver contribuito in maniera concreta a migliorare la qualità della vita dei miei concittadini. Un grande impegno che voglio portare a termine nei prossimi anni».

In cosa consiste la riforma sanitaria?

«Innanzi tutto ci prendiamo cura dei malati cronici, diabetici, ipertesi e cardiopatici che hanno la necessità di fare controlli, visite ed esami ciclicamente. Tutte queste persone verranno prese in carico da uno staff medico che gli garantirà un percorso di cura personalizzato, un affiancamento continuo, con la prenotazione di visite ed esami che li solleverà da stress e preoccupazioni».

Quali sono i benefici per i cittadini?

«I pazienti cronici riceveranno una lettera nella quale sono indicati i medici e le strutture sul loro territorio che si sono candidate alla loro presa in carico tra cui potranno scegliere a chi affidare il loro progetto e percorso di cura. Questo nuovo modello ci permetterà di offrire un servizio più efficiente ai cittadini più fragili e di ridurre le liste di attesa per tutti i lombardi».

Quello delle liste d’attesa è un tema molto sentito. Che cosa avete fatto in merito?

«Uno stanziamento di 11 milioni di euro per ridurre al massimo a 30 i giorni per effettuare 6 prestazioni che rappresentano quelle che per numerosità e tempo di attesa rappresentano una parte predominante delle prestazioni erogate; individuazione di un unico responsabile aziendale dei tempi di attesa; un sito internet (www.prenotasalute.regione.lombardia.it) con indicate le disponibilità di tutte le strutture sanitarie pubbliche e private regionali. Queste sono solo alcune delle misure contenute nell'ultima delibera di Giunta che abbiamo approvato e che si aggiungono agli altri interventi già messi in campo per ridurre le liste d'attesa, come avevamo promesso. Le 6 prestazioni individuate, maggiormente richieste e con tempi d'attesa più lunghi sono: visita oculistica, ecodoppler cardiaco, ecografia della mammella, mammografia, ecografia dell'addome e colonscopia. Per i prossimi anni saranno individuate ulteriori risorse in relazione ai dati delle prestazioni che meritano maggior attenzione. Con questo importante provvedimento, e l'attuazione della riforma sanitaria con la presa in carico dei pazienti cronici che sono quelli che usufruiscono del 70 per cento delle prestazioni erogate dal sistema sanitario regionale, andiamo a imprimere una forte accelerazione sul contenimento delle liste d'attesa. Ed entro i prossimi giorni posso già annunciare che sugli store dei dispositivi mobili, sia Android che Ios, sarà disponibile anche l'app “Salutile Prenotazioni”, che permetterà le stesse funzionalità del sito e consentirà di effettuare direttamente la prenotazione differita».

Leggi tutte le notizie su "Gardone Val Trompia"
Edizione digitale

Autore:glc

Pubblicato il: 29 Gennaio 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.